Da piccola chi volevi essere?

a cosa ti piaceva giocare e con chi? spesso io chiacchieravo da sola, giocavo a fare la mamma che poi diventava la maestra, giocavo a mamma e papà con mio fratello. Principalmente il ricordo mi porta alla maestra, si, l’insegnante 🙂  in qualche momento viaggiavo, viaggi parlati di fantasia, partivo per paesi caldi solitamente 🙂

.bambina aereo

Prendevo l’aereo e viaggiavo, mi trasformavo in una donna di successo, autonoma ed indipendente ed arrivavo a destinazione a fare… la maestra.  Ero su un palco, un grande palco con una platea immensa di gente che mi ascoltava in silenzio, raccontando la mia storia. Incantata la folla mi applaudiva.

Il dialogo era acceso con tutte quelle persone, spesso si trattava di comunicazione nemmeno verbale: restavo in silenzio cercando di accogliere lo sguardo di tutti e rispondere loro, assetati di risposte ai loro tanti Perchè, attraverso il silenzio ed il sorriso.  Poi all’improvviso mi ritrovavo mamma, con la mia piccola tra le braccia, mentre le mura domestiche mi proteggevano ed addolcivano la giornata.

E tu chi volevi essere da piccola? hai realizzato quei giochi che spesso ti portavano alla vita che forse stai vivendo oggi? oppure quel sipario si è spento e ricordi poco, quella fiamma interiore che ti faceva svegliare la mattina felice perchè ad attenderti c’erano i tuoi giochi, è ancora accesa? riesci a scorgerla? Sei disposta a far vivere quella fiamma interiore ora, a far si che illumini così forte la tua visione di oggi?

A cosa pensavi?

cosa più spesso ti accadeva di immaginare?  Puoi tornare indietro nel tempo e darti il permesso di rivivere i tuoi giochi, i sogni che facevi ad occhi aperti?

Queste sono alcune domande di auto coaching sul tema affrontato oggi, proprio per andare a riprendere contatto con la tua bambina interiore, quella che giace dentro di te, che vuole ancora giocare a quei giochi, perchè è quella la vita che sognava. Forse là giace il tuo talento magari ancora inespresso. Forse là ritrovi le tue attitudini che ti sei fatta portare via da abitudini disfunzionali e da un trin tran quotidiano che nemmeno hai cercato.

Prendi se vuoi una fotografia di quando eri piccola, 6/9 anni ed entra in quell’immagine, immergiti in quel tuo mondo di fantasia, perchè in un attimo potrebbe trasformarsi nella tua realtà di oggi.

Buon allenamento 🙂 ed un sorriso
Lucia